Perchè praticare la pole dance/sport

Perchè praticare la pole dance/sport

Pole Dance è una combinazione unica dell’arte del ballo e dello sport, di coreografia e di acrobazia che ha moltissimi vantaggi per chi la pratica. Questi vantaggi sono visibili già dopo 2-3 mesi di allenamento e coinvolgono sia il nostro corpo sia la nostra mente.

I vantaggi fisici

Innanzitutto, Pole Dance aiuta a dimagrire/mantenersi in forma. In una lezione di Pole Dance Gym si bruciano molte calorie. La loro quantità varia dalle 300 cal/h per i principianti alle 800 cal/h per il livello avanzato. Questa cifra dipende anche da altri fattori come: il peso, l’età, il sesso e l’intensità di una lezione.
Inoltre, Pole Dance scolpisce il nostro fisico, rinforza i nostri muscoli e aumenta la resistenza del nostro corpo. Essa ha i benefici di una lezione di aerobica, ma in più incrementa la forza della parte superiore del corpo, assottiglia i fianchi e il giro vita, tonifica e definisce i muscoli delle gambe, glutei, addominali, braccia, petto e schiena. Da notare è il fatto che in questo ballo sono coinvolti il numero massimo dei muscoli, inclusi quelli che di solito lavorano poco, e che è l’unica disciplina sportiva al giorno d’oggi che rinforza in modo così sostanziale gli adduttori!
In più, Pole Dance aumenta la flessibilità muscolare, essendo lo stretching una parte essenziale dell’allenamento, necessaria per rendere il nostro ballo più elegante e affascinante.
Infine, Pole Dance corregge la postura, migliora la coordinazione e l’equilibrio, obbligandoci a tenere sempre la schiena dritta e “maestosa”, nonché a cercare e mantenere l’equilibrio per la corretta esecuzione delle figure tecniche.

Prevenzione dei traumi nella Pole Dance

La popolarità di Pole Dance, non solo come uno sport estremo, ma, nella sua versione più “leggera e accessibile”, come fitness, aumenta ogni giorno. Ecco perché il tema della prevenzione dei traumi diventa una priorità sia per gli istruttori, sia per i praticanti. Infatti, Pole Fitness è uno sport che richiede un grande sforzo fisico, paragonabile allo sforzo nella ginnastica o nelle arti aeree, soprattutto quando esso viene praticato a livello intermedio-avanzato. Durante l’allenamento sono coinvolti tutti i principali gruppi muscolari, in particolar modo i muscoli della parte superiore del corpo che alzano, tengono e muovono il corpo attorno al palo.

Questi muscoli possono essere suddivisi in 4 gruppi, ovvero:

Muscoli della parte alta della schiena; muscoli delle spalle; muscoli del petto; muscoli delle braccia.

Un uso continuo in modo esagerato o sbagliato dei muscoli sopra menzionati può causare traumi, quali: lesioni delle cuffie dei rotatori; stiramenti dei muscoli; traumi dei gomiti e collo; ceppi dei polsi; tunnel carpale. Tra le cause più frequenti dei traumi vi è appunto un uso eccessivo dei muscoli. Infatti, chi pratica Pole Dance di certo conosce “l’effetto narcotizzante” dovuto all’entusiasmo, all’energia positiva e ai vantaggi sul corpo e sulla mente che percepiscono le Pole Dancer. Questo fa sì che alcune si mettono a praticarla e perfezionarsi dalla mattina alla sera (magari abbinandola addirittura agli esercizi di yoga, pesi ecc. per sviluppare più velocemente la forza fisica), e non permettendo ai muscoli di riposare e raggrupparsi neanche un giorno. Oppure, c’è chi vuole, preso dall’euforia e dall’entusiasmo, fare praticamente subito un’inversione o un’arrampicata avanzata… Ora, bisogna dire che l’entusiasmo e la motivazione sono più che benvenuti, anzì, senza di esse non si potrebbero mai superare i momenti di debolezza, tra lividi e sconfitte, che succedono inevitabilmente quando si imparano figure nuove, passando dal livello Principianti ai livelli più avanzati.

Tuttavia, non bisogna mai dimenticare che: Pole Dance non è così facile come sembra; per praticare Pole Dance in un modo sicuro ci vuole PAZIENZA, PAZIENZA e ancora PAZIENZA.

Articolo: poledancesoulexpression